A TRE DECIMI DALLA SIRENA ARRIVA LA BEFFA

Dopo una partita giocata alla pari con la seconda della classe ci dobbiamo ancora una volta arrendere all’ultimo tiro sulla sirena.
Peccato davvero.
In una giornata in cui il canestro non lo vedeva praticamente nessuna delle due squadre, complici difese veramente al limite (se non oltre), e dopo aver rincorso i nostri avversari per tutta la partita (andando sotto anche di 12 punti) a 6 secondi dal termine riusciamo a mettere il naso avanti, ma come anticipato, sulla sirena subiamo la beffa.
Partita strana quella disputata dai nostri giovinotti, molto attenti e diligenti nella difesa del proprio canestro ma poco lucidi nell’attaccare il ferro avversario.
Ne è scaturita una bella partita per gli amanti del gioco duro, ma avara di punti realizzati.
Quando oramai sembrava tutto perso, una reazione di carattere ci permetteva di rimettere le cose a posto, forse spendendo più del dovuto, così che negli ultimi secondi ci siamo fatti trasportare dall’emozione è dalla foga.
Partita parecchio importante per i nostri ragazzi dal punto di vista caratteriale (di questo mi sono complimentato a fine partita), forse ieri per la prima volta ho visto quella volontà che per diverse partite non si era notata.
Giocare alla pari con squadre importanti ci fa crescere, se a questo riusciamo ad aggiungere anche un po’ di furbizia, potremo raggiungere la parte alta della classifica.
La prossima faremo visita alla corazzata udinese cercando come al solito di trarre qualche insegnamento da utilizzare nel prosieguo del campionato.

 

 

 


ASD BASKET CLUB SANVITO vs RONCHI BASKET 43-45
(10-14; 16-24; 28-38)

Basket Club Sanvito: Pelliccia ne, Favot 3, Defend 1, Mccanick 16, Basso, Cudia 3, Taiariol 10, Mercurio S. 1, Pavan M., Bertolini 5, Burigat 4, Marchesan.
Coach: Ciman Roberto e Ass. Coach Nonis Ivan.

Ronchi: Bressan 7, Brancati 13, Brazzoni 2, Barbo 3, Visintini 6, Devetta 1, Aloisio, Erman 6, Zanolla, Da Re 4, Codarin, Jankovic 3.
Coach: Piani Alberto e Ass. Coach: Marizza Mauro.

Arbitro: Antoniolli Davide di Pordenone.

 

 

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *